Seleziona una pagina

Barbecue Traeger a pellet

Ago 18, 2021 | I consigli del centro BBQ

La specialità dei barbecue a pellet è di evitare decine di ore estenuanti per la cottura e il controllo continuo della temperatura. Infatti questi prodotti procedono in autonomia in quanto il legno oltre a gestire la temperatura consente anche di affumicare la preparazione. Il barbecue per eccellenza in questo campo è il Traeger Grill di cui sotto sono elencate le caratteristiche.

Come funzionano i Barbecue Traeger a pellet?

Il meccanismo di funzionamento è composto da due parti:

  • La prima parte consiste nel contenitore di ricarica pellet e nel pannello di controllo elettronico;
  • La seconda parte invece comprende la camera di cottura che contiene il deflettore del “fire pot”, la leccarda per lo scolo dei liquidi di cottura, il piano/i griglia e il bruciatore del pellet (“fire pot”) che è composto in pancia alla camera di cottura in cui cadono e si innescano i pellet tramite una serpentina incandescente e un flusso di aria continua attraverso una ventilazione forzata.

Queste due sezioni sono unite da una coclea, una specie di vite gigante, che viene attivata dal pannello di controllo che controlla la temperatura (alzandola o abbassandola) e pesca il pellet dal serbatoio e lo direziona verso il “fire pot”.

La macchina viene alimentata con il pellet alimentare. È importante notare che i normali pellet da produzione possono contenere colle e resine che possono essere nocive e inoltre la presenza di legno di conifere (pino e abete) non è molto consigliato per la cottura.

Pellet alimentare

Il pellet alimentare è studiato appositamente per poter essere utilizzato nella cottura dagli alimenti, ed è quindi differenziato dal classico pellet per scaldare gli ambienti.

Esso deve garantire:

  • L’assenza di trattamenti chimici
  • Una certificazione per la cottura alla griglia

Un’altra caratteristica del pellet è che in base al tipo di legno di cui è composto esso dona un aroma differente al prodotto che si intende cucinare.

Modalità “Smoke”

Per la cottura del prodotto possono essere utilizzate diverse modalità e in base a queste cambia anche la temperatura e il controllo di essa.

Una volta impostata la modalità “smoke”, la coclea inizierà a spingere il pellet nel bruciatore e a compiere una rotazione completa in 35/40 secondi.

Dopo qualche minuto si inizierà ad intravedere una nuvola di fumo e la temperatura sarà di poco più di 120 °C. Questo avviene in quanto all’avvio della macchina il pellet che viene bruciato è maggiore in modo tale da compensare la temperatura esterna, inoltre per ridurre i tempi di stabilizzazione è consigliato tenere il coperchio aperto per i primi 5/10 minuti.

Generalmente il regime di temperatura da mantenere è compresa trai 110 – 120°C con fumo costante per almeno le prime 3/ 4 ore. Traeger ha la particolarità di erogare il fumo in modo diverso, di alternare le fasi di affumicatura a temperature più basse.

Nella modalità smoke l’immissione del pellet è sotto il controllo di un temporizzatore. Inoltre, tra una fase e l’altra, la macchina produce fumo per circa 15/20 secondi per poi arrestarsi per 3 min.

In conclusione i Barbecue Treager sono innovativi e funzionali, soprattutto per chi ama un’affumicatura perfetta. Inoltre sfrutta un ottimo combustibile, il pellet, il quale non ha additivi o acceleranti che si trovano nella lavorazione di bricchette o del carbone e bruciando completamente produce un fumo bluastro che è sinonimo di ottima combustione.

CATEGORIE

ISCRIVITI AL CLUB

    Il tuo nome:



    Indirizzo email:



    0
    Inizia chat
    Scrivimi ora!
    Ciao!
    Ti posso aiutare?